come arredare casa

Come arredare casa: stili e tendenze

  • maggio 21, 2016

Arredare casa rappresenta sempre più spesso un momento di studio e riflessione, per arrivare a prendere la decisione giusta, quella decisione che probabilmente durerà per anni.

La cosa più semplice che si può fare è consultare siti web, blog, cataloghi o libri per farsi un’idea su quali sono gli stili e le tendenze del momento, ma poi bisognerebbe andare alla ricerca della propria tendenza preferita.

Un consiglio?

Non abbiate paura di sbagliare, siate creativi, prendete spunto e mettete anche del vostro, abbiate il coraggio di sperimentare! Perché arredare la propria casa deve essere divertente, prima di tutto.

È, infatti, proprio nella sperimentazione e nell’accostamento di stili diversi che giocano le tendenze del 2016. Arredare casa diventa un’opportunità per dare sfogo al proprio estro, essere creativi e cercare di tradurre la propria personalità in oggetti e colori.

Gli stili in voga sono molti, per tutti i gusti e per tutti i tipi di latitudine geografica dell’abitazione. Si va dallo stile nordico, allo Shabby chic, per poi passare da uno stile classico e arrivare ad uno moderno o un estro minimalista. Non temere, ce n’è davvero per tutti! Continua la lettura e cerca la tua personalità nelle caratteristiche di ogni stile, in questo modo otterrai interessanti spunti per la tua casa perfetta.

L’unico consiglio che vogliamo darti è di essere attento nel momento della scelta degli arredi: scegli sempre dei pezzi che possano stare bene in differenti contesti e che possano essere riutilizzati nel caso in cui dovessi trasferirti o semplicemente ti venisse voglia di cambiare.

Lo Stile Scandinavo

arredamento scandinavoNelle case nordiche si trovano sempre pochi elementi, puliti, eleganti e sobri, ma nello stesso tempo molto accoglienti e in grado di “scaldare” l’ambiente. Il bianco e il legno dominano in tutte le abitazioni: il primo per dare una maggiore illuminazione e una migliore diffusione della luce e il secondo perché è ecologico, naturale e disponibile in gran quantità e in qualità diverse. Ma questi non sono gli unici protagonisti: ovviamente il bianco viene sempre contrastato da colori più scuri, che sia il nero, il grigio topo, o qualsiasi altra loro gradazione, e in tutti gli arredi c’è sempre una particolare attenzione alle geometrie.


Shabby chic

casa shabby

Il “trasandato elegante” è uno stile che nasce dal recupero di mobili antichi, ma non pezzi di antiquariato, proprio quei mobili datati e usurati che con una piccola rinfrescata possono tirare fuori un tono un po’ romantico e chic. Una casa shabby chic è caratterizzata da colori tenui che creano un’atmosfera soft e rilassante. In particolare, dominano il bianco, l’avorio, il rosa antico, il beige, il grigio chiaro e il viola lavanda. Gli oggetti, soprattutto utensili da cucina, sono molto ricercati anche se di stampo vecchio e usurato, spesso vicino al vintage. Nelle decorazioni degli ambienti compaiono spesso fiori o rami essiccati di nocciolo, trattati o dipinti ad hoc.

 

Stile Moderno

arredamento moderno casa

La casa moderna è una casa molto elegante, i complementi d’arredo hanno tagli puliti e linee definite, spesso con finiture lucide per aumentare la luminosità degli oggetti e rifletterla negli ambienti circostanti. Una prerogativa della casa moderna è rendere pratica e accogliente la zona “social” dell’abitazione, quindi la living room o la zona pranzo. Lo stile moderno del 2016 celebra la personalità di chi abita la casa, dice stop al monocolore e al design fine a se stesso, ma punta alla funzionalità e al soddisfare le necessità di tutti i giorni.

 

Stile Classico

arredamento casa classico

L’arredamento classico è forse il più “ricco” sia nelle decorazioni, sia nella presenza di oggetti negli ambienti. I mobili sono spesso in legno lavorato e richiamano lo stile dei divani imbottiti con intarsi in legno massello, sormontati da grossi lampadari decorativi che ricordano le case delle antiche famiglie aristocratiche. È uno stile che, nonostante abbia lasciato il posto al moderno, viene ancora preferito da qualcuno, soprattutto dai più nostalgici e legati alla tradizione.

 

Stile Etnico

casa etnica

Lo stile etnico è dedicato agli amanti dell’avventura, è infatti spesso l’arredamento tipico di chi viaggia molto e acquista oggetti per la casa originali tipici di zone orientali o africane. Dentro l’accezione “etnico” infatti, si nascondono diversi tipi di arredamento, l’afro, l’orientale o quello più esotico.
I colori delle pareti sono di solito caldi, come l’ocra, l’arancione o più tenui come il crema. La scelta dei mobili è molto ampia e soprattutto si possono scegliere diversi tipi di legno, uno tra tutti è il bambù che in base a come viene lavorato (a canne intere, intrecciato ecc.) conferisce risultati molto diversi tra loro. Ulteriori segni distintivi per i vari stili etnici sono le lampade per l’orientale e le maschere e le sculture in legno per l’afro.

 

Stile Minimalista

arredamento casa minimal

Lo stile minimalista è forse la traduzione pratica del “less is more”, filosofia già usata nell’architettura moderna da L. Mies van der Rohe. L’utilizzo dell’essenziale, linee geometriche, pulite e semplici, in questo stile la casa viene spogliata di tutto ciò che è superfluo. I colori sono sempre neutri e a volte si scelgono uno o due toni caldi per contrastare. Si preferiscono tessuti lisci e tutto è molto semplice e neutro per risaltare e favorire all’ occhio gli elementi architettonici presenti nell’ edificio.

 

Stile Rustico

arredamento casa rustico

L’arredamento rustico è il più adatto per abitazioni di campagna e zone rurali. Il nuovo rustico rappresenta un mix di antico e moderno, cercando di avvicinare l’interno dell’abitazione con l’esterno, quindi riportando la presenza della natura anche nelle scelte di arredo. Il rustico tradizionale utilizza legni grezzi sulle tonalità marroni e beige, mai troppo scure e abbina oggetti e utensili in rame o altre leghe tipicamente utilizzate nella tradizione rurale. Il nuovo rustico, invece, nella fusione con il moderno, va alla ricerca di elementi che siano eco-friendly, mantenendo una connessione con la natura anche attraverso la sostenibilità dei materiali scelti.

 

Stile Industriale

casa arredamento industrial

L’arredamento industriale è conosciuto in tutto il mondo come il più usato in molti loft e locali newyorkesi. Il concept di base è quello di usare elementi vintage, recuperati, riadattati o riciclati. Il tutto viene abbinato ad una finitura architettonica che sembra spesso “non finita”, grezza, con travi e tubazioni a vista. I materiali scelti quindi saranno latta e metalli intonati agli elementi architettonici visibili nell’ ambiente. Anche i mobili sono preferiti in ferro, alluminio o acciaio. I colori sono spesso scuri, ma non manca mai una punta di rosso, giallo o altri colori caldi, scelti in forma monocromatica.

Se non hai ancora idee chiare su come vuoi arredare la tua casa, contattaci…Riusciremo sicuramente a guidarti nella scelta!